fbpx

Our Blog

Alessandra Conte Graphic Designer > About Me > Tutti gli articoli > News > News > 7 Consigli per un calendario editoriale perfetto!

7 Consigli per un calendario editoriale perfetto!

Non perdere mai date importanti

Per il tuo brand è importante celebrare il #GiveSomethingAwayDay?

O magari è uscita la nuova stagione di un film o serie che potrebbe interessare la tua community e incrocia gli interessi?

Queste occasioni possono rappresentare un valido modo per ravvivare i tuoi contenuti e saltare sull’onda di trend popolari di cui tanti parleranno.

Un calendario dei contenuti per i social media aiuta a tenere traccia di tutte le ricorrenze (sia quelle più tradizionali, sia le giornate mondiali) utile anche per non perdere occasioni per accrescere la visibilità del tuo brand e massimizzare l’engagement dei follower in occasione di eventi speciali.

Mantenere una programmazione costante

Condividere contenuti in maniera costante è uno dei modi per accrescere (e mantenere) il numero di follower, non solo su Instagram ma su tutti i social media, soprattutto per suscitare engagement da parte della audience.

Una strategia di pubblicazione costante dimostra ai follower che dedichi la giusta attenzione al tuo profilo e che la decisione di seguirti non sarà tempo sprecato.

Una strategia di condivisione costante significa che gli utenti si abitueranno a interagire con i contenuti regolarmente contribuendo a coltivare relazioni durature.

Il calendario editoriale inoltre, ti da la possibilità di programmare correttamente tutti i post sui vari profili (utilizzando programmi come creator studio)

Trovare il Content mix ideale

A nessuno piace chi parla solo di sè, condividere contenuti solo nella stagione dei saldi o solo per il lancio di un prodotto o di determinate offerte. Creare un mix tra le offerte, contenuti di approfondimento, interazioni, video e notizie del settore riuscirà a rendere il profilo aziendale molto più interessante e attrativo per gli utenti.

La regola per individuare la ricetta giusta si effettua in diversi tentativi nel corso del tempo ma un buon punto di partenza è la regola dei terzi:

1/3 contenuti pubblicati con il fine di promuovere l’attività (obiettivo: awareness e/o lead)

1/3 contenuti provenienti da fonti esterne in linea con il tuo business

1/3 contenuti che puntano all’interazione diretta dei follower con domande, commenti, condivisioni

Anche la regola 80/20 può essere un’indicazione utile e implica che il 20% dei contenuti pubblicati dovrebbe essere finalizzata alla vendita mentre l’80% costituito da post utili e interessanti. Pianificare in anticipo i contenuti permettere di creare una strategia equilibrata per ciascuna categoria, inoltre, non si corre il rischio di allontanare i follower con una quantità eccessiva di autopromozione.

Incoraggiare la collaborazione

Un calendario editoriale dei social media condiviso su una piattaforma cloud come Google Drive o Dropbox può diventare un efficace strumento collaborativo. Che si tratti di condividere informazioni con gli stakeholder o di comunicare aggiornamenti al team, il calendario va usato come fonte di riferimento per verificare cosa sarà pubblicato e quando.

Un calendario comune e condivisibile può anche semplificare la suddivisione delle responsabilità dei vari membri del team in materia di planing.

Risparmiare Tempo

Esattamente, programmare e organizzare i contenuti fa risparmiare tempo e anche rilassa. Come rilassa? Semplice! Se sei in vacanza o in un momento pieno di impegni lavorativi non dovrai pensare anche a cosa pubblicare online perchè l’avrai già deciso a tempo debito.

Adatta i contenuti alla piattaforma di pubblicazione

Uno dei peccati più gravi nel social media management è quello di pubblicare lo stesso messaggio su più piattaforme: chiedere di retwittare su Facebook o taggare un brand su instagram nonostante non ci sia. Pianificare aiuta a evitare queste “figuracce”!

Ogni social ha il suo codice comunicativo ben diverso dagli altri, anche se la comunicazione deve essere coerente su tutte le piattaforme (comprese quelle offline) dobbiamo ricordarci dove ci troviamo e dove stiamo pubblicando.

Utilizzando il calendario editoriale dei social media potrai redigere in anticipo le varie didascalie destinate a ciascuna piattaforma. Inoltre, ti ricorderà cosa hai pubblicato le settimane precedenti evitando di ripeterti troppe volte.

Identifica ciò che funziona di più

Tenere traccia dei post precedenti facilita anche la misurazione dei risultati. Il tempo che non verrà sprecato a mettere freneticamente insieme i post dell’ultima ora potrà essere dedicato a ottimizzare la performance.

Prova a mettere a confronto la tua programmazione con i dati in tuo possesso per individuare i possibili trend. (Utilizza tools come Google Trends!)

Se noti che i contenuti del giovedì ottengono un’attenzione maggiore oppure il tuo pubblico su Facebook apprezza particolarmente video da 4 minuti e gli utenti Twitter preferiscono articoli più lunghi, i follower di Instagram interagiscono maggiormente con un determinato argomento saprai già come muoverti e elaborare piano piano una strategia sempre vincente.

Ti interessa scoprire di più sul mondo dei Social media?

Oltre a lavorare come Social Media Manager mi occupo anche di consulenza e formazione!

    Be the first to comment