fbpx

Our Blog

È pronto, tutti a Tavola!

È pronto, tutti a tavola!

Negli scorsi mesi ho accompagnato alle mie solite attività lavorative anche la curatela di una mostra per l’Università degli Studi di Udine, a fianco del convegno Storia, Scienza e Cultura dell’Alimentazione.

Di cosa si tratta?

 Nel 2019 il settore alimentare in Italia continua a essere primo in classifica per quanto riguarda l’investimento pubblicitario con una crescita del 4,9% (dati Nielsen marzo 2019), nel 2008 gli investimenti pubblicitari del settore food stimavano esattamente il doppio del settore abbigliamento. Ma quanto è importante la comunicazione per gli alimenti?

Chi è cresciuto con il Carosello, le prime pubblicità italiane sugli alimenti ricorda in primis Carmencita per Lavazza o il famossissimo “omino” della caffettiera Bialetti,  oppure scorrendo la linea del tempo troviamo “cosa vuoi di più dalla vita?” – “Un Lucano” fino da arrivare a “Crudo o cotto?” – “Granbiscotto!” ma in Friuli Venezia Giulia la comunicazione alimentare è qualcosa di ancora più intrinseco nei ricordi degli abitanti. La birra Moretti e il mitico baffone che accoglieva le persone in città, fa parte dei ricordi di tutti gli udinesi, oppure in una regione storicamente famosa per il vino chi non ha mai visto i registri delle aziende? La mostra “È pronto, tutti a tavola!” a cura di Alessandra Conte organizzata in occasione del congresso Scienza, Storia e Cultura dell’Alimentazione dell’Università degli Studi di Udine in collaborazione con i dipartimenti di Scienze Agro Alimentari, Ambientali ed Animali (DI4A) e di Studi umanistici e del patrimonio culturale (DIUM) vuole raccogliere  e ripresentare il più possibile tracce della comunicazione e della storia delle aziende alimentari del territorio, come contributo alla conservazione di una importante memoria collettiva.

Quando sarà?

Verrà inaugurata il 19 novembre alle 18:30  e si concluderà il 28 dello stesso mese.

Chi ha partecipato?

Hanno partecipato le aziende selezionate per la loro storia e la loro appartenenza al territorio ma soprattutto quelle che hanno scelto di collaborare al progetto, dedicando tempo per la ricerca dei materiali e rendendosi disponibile a raccontarsi.

Racconti tramite cui si può costruire le vicende di un territorio incredibilmente ricco di storia tramite le aziende alimentari che vivevano e vivono in Friuli Venezia Giulia.

    Be the first to comment